News

E' stato pubblicato nel sito della Provincia di Treviso, Servizio Ecologia, il seguente comunicato rivolto a tutti i distributori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche:

"Proroga dei termini di cui al decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151, in materia di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Si informano tutti i distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) che l'obbligo del ritiro gratuito dei RAEE provenienti dai nuclei domestici da parte dei distributori in ragione di uno contro uno, previsto a partire dal 1 gennaio 2008, è stato prorogato con l’art. 30 del c.d. “Decreto Milleproroghe” pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2007 n. 302 (decreto legge 31 Dicembre 2007, n. 248).
Pertanto il sistema dell'"1 a 1" (obbligo di ritiro gratuito di una apparecchiatura elettrica o elettronica usata a fronte della vendita di una nuova della stessa tipologia), scatterà a partire dal trentesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore di un apposito decreto del Ministero dell'Ambiente che dovrà essere adottato entro il 28 febbraio 2008 contenente le specifiche modalità per il ritiro e la gestione dei Raee.
Stante il confuso quadro normativo vigente, ferma restante la proroga dei termini, rimangono insolute le questioni riguardanti le modalità di trasporto e di conferimento dei RAEE da parte dei distributori presso gli ecocentri comunali – centri di raccolta, attualmente autorizzati dalla Provincia di Treviso per il solo ritiro dei rifiuti provenienti dalle utenze domestiche ed assimilate.
In presenza di un quadro normativo ancora da definire, la Provincia di Treviso ha inviato un quesito alla Regione Veneto perché si esprima circa la possibilità del conferimento ai “centri di raccolta” - ecocentri - da parte dei distributori, espressamente prevista dal D.Lgs. 151/05, stante l’urgenza di regolarizzare gli ecocentri delle relative autorizzazioni."


Links:
http://ecologia.provincia.treviso.it/rifiuti_comunicazioni.asp?idunita=14

benenergbarrifuffagricolo banraccdiffscuole