Cenni Storici

1983: si costituisce il Consorzio per i Servizi di Igiene del Territorio tra i Comuni della Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane.


1989: a seguito della pubblicazione del P.R.R.S.U. il CIT viene individuato come Ente Responsabile di Bacino, denominato TV1 con D.G.R.V. n. 3281 del 06/06/1989.


1992: Il CIT TV1 si trasforma in Consorzio - Azienda ai sensi della legge n. 142/90.


1995: Viene stipulata la convenzione da parte dei 44 Comuni per la costituzione del Consorzio - Azienda, con l'acquisizione formale di personalità giuridica in qualità di ente pubblico economico, ai sensi della legge n. 142/90.

 

2012: La Regione Veneto con L.R. 31.12.2012 n. 52, modificata con L.R. 07.02.2014 n. 3 e con L.R. 02.04.2014 n. 11 in attuazione della normativa nazionale di settore (art. 2, comma 186 bis della L. 23.12.2009, n. 191) adotta nuove norme in materia di organizzazione del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani.

Con D.G.R.V. n. 13 del 21.01.2014, secondo i criteri di efficacia, efficienza ed economicità previsti dal comma 1 dell’art. 3 della L.R. 52/2012, vengono individuati i Bacini Territoriali per l’esercizio in forma associata delle funzioni di organizzazione e controllo del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani, tra i quali il Bacino denominato “Sinistra Piave” al quale appartengono i 44 Comuni, già ricadenti nell’Ambito Territoriale della soppressa Autorità di Bacino Nord-Orientale TV1 di cui alla L.R. 21.01.2000, n. 3.

La “Convenzione per la costituzione e il funzionamento del Consiglio di Bacino afferente il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani nel bacino territoriale “Sinistra Piave” viene sottoscritta dai rappresentanti dei suddetti Comuni e diviene efficace dal 4.12.2014 giusto contratto rep. 294 del Segretario del Comune di Conegliano, ente coordinatore, registrato a Conegliano il 04.12.2014 al n. 5828 serie 1a T.

 

2013: Con deliberazione n. 4 del 19.10.2013 l’Assemblea delibera che il Consorzio continua le sue funzioni, come consorzio volontario ex art. 31 del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267, per tutte le attività conferitigli nel corso degli anni dai Comuni partecipanti, attività non poste in liquidazione dalla L.R. 31.12.2012 n. 52.

benenergbarrifuffagricolo banraccdiffscuole